NEWSLETTER  
 
ARCHIVIO NEWS


CHI SIAMO


ARCHIVIO


ATTIVITÀ


ASSOCIAZIONI


MULTIMEDIA


COLLABORA


CONTATTI



21/02/2012 da redazione
Presto in Gran Bretagna i matrimoni gay. Il sì nel discorso della Regina
 
cameron
Le coppie omosessuali vedranno riconosciuto il loro diritto a sposarsi. E´ quanto sostiene Downing Street, nonostante la forte opposizione dell´ex Arcivescovo di Canterbury, Lord Carey, e di alcuni deputati Tories. La proposta dovrebbe essere annunciata nel tradizionale discorso della Regina di primavera, con l´obiettivo di celebrare le prime nozze gay al più tardi entro il 2015.
 
"Il governo sta promuovendo una società giusta in cui le persone si rispettino - ha detto al quotidiano Independent il ministro per le Pari Opportunità, Lynne Featherstone - credo che se una coppia sia ama e vuole impegnarsi per una vita in comune, dovrebbe avere la possibilità di celebrare un matrimonio civile, a prescindere che si tratti di una coppia di omosessuali o di eterosessuali. Non vogliamo cambiare il matrimonio religioso, o chiedere ai gruppi religiosi di andare contro le proprie tradizioni".
 
La forte opposizione di Tories e Lord Carey non farà cambiare posizione al premier David Cameron, ha garantito una fonte di Downing Street: "Non è cambiato nulla a riguardo. E´ molto determinato sulla questione". Secondo il quotidiano, il ministero dell´Interno avvierà il mese prossimo le consultazioni per autorizzare il rito civile.
 
“La notizia che viene da Londra sull´imminente approvazione dei matrimoni gay favorita dal Premier conservatore David Cameron è di quelle che lasciano il segno, ancor di più se si aggiunge che è previsto che questa decisione venga sancita in un prossimo discorso della Regina Elisabetta. Una decisione importantissima – ha commentato il portavoce del Gay Center Fabrizio Marrazzo - che mette ancor più in evidenza l´arretratezza italiana sul tema. Non solo in Italia non c´è alcun diritto per le coppie gay ma ancor di più sembra che ci sia una sorta di sonnifero a qualunque dibattito in merito da parte delle forze politiche. Una realtà grave che mette l´Italia davvero in un angolo rispetto al contesto europeo”.
 
 

Torna a ARCHIVIO NEWS
 
WebMaster: Daniele Sorrentino
Facebook Twitter YouTube