NEWSLETTER  
 
ARCHIVIO NEWS


CHI SIAMO


ARCHIVIO


ATTIVITÀ


ASSOCIAZIONI


MULTIMEDIA


COLLABORA


CONTATTI




02/03/2012 da redazione
Marocchino gay di 20 anni ottiene lo status di rifugiato in Italia grazie a Gay Help Line
 
gay
Un giovane marocchino di 20 anni ha ottenuto lo status di rifugiato in Italia. La vicenda di F.H. è stata presa in esame dagli uffici competenti del Ministero dell´Interno grazie ad una segnalazione del numero verde Gay Help Line 800.713.713 e al sostegno dell´Oscad (Osservatorio per la sicurezza contro gli atti discriminatori) interforze Polizia di Stato e Carabinieri.
 
"Se il giovane F.H. fosse stato rimpatriato in Marocco avrebbe rischiato il carcere perché omosessuale. Lo status di rifugiato gli è stato conferito grazie alla Convenzione di Ginevra del 28 luglio 1954 successivamente ratificata in Italia. L´omosessualità, infatti, viene punita come reato in 80 Paesi nel mondo e in cinque di questi, addirittura, con la pena di morte”. A raccontarlo il portavoce del Gay Center, Fabrizio Marrazzo e il presidente di Arcigay Roma, Roberto Stocco, le due organizzazioni che hanno seguito la vicenda.
 
“Si tratta – hanno detto Fabrizio Marrazzo e Roberto Stocco - di un caso importante di contrasto alla discriminazione basata su orientamento sessuale e va dato merito all´Oscad interforze Polizia di Stato e Carabinieri, con il quale va avanti da tempo una collaborazione molto positiva, di aver saputo ben interpretare la vicenda che aveva già visto il giovane F.H. vittima di violenze e abusi.
 
"Ci auguriamo che ora possa vivere più serenamente grazie a questa vittoria significativa. E’ necessario - hanno sottolineato il Gay Center e Arcigay Roma - che la comunità internazionale tenga alta l’attenzione su questo tema portando avanti la battaglia per la depenalizzazione dell´omosessualità nel mondo”.
 
 
 
 

Torna a ARCHIVIO NEWS
 
WebMaster: Daniele Sorrentino
Facebook Twitter YouTube