NEWSLETTER  
 
ARCHIVIO NEWS


CHI SIAMO


ARCHIVIO


ATTIVITÀ


ASSOCIAZIONI


MULTIMEDIA


COLLABORA


CONTATTI




13/03/2012 da ansa
Il Parlamento Europeo dice sì ai matrimoni gay
 
gay
Destra battuta in plenaria a Strasburgo sui matrimoni gay. I governi europei, secondo il Parlamento europeo, non devono dare ´´definizioni restrittive di famiglia” allo scopo di negare protezione alle coppie gay e ai loro figli. E´ la posizione espressa nel rapporto sulla parità di diritti uomo-donna presentato dalla radicale di sinistra olandese Sophie in´ t Veld ed approvato oggi dall’Eurocamera.
 
Il passaggio più nettamente a favore dei matrimoni gay è contenuto nel paragrafo 7 del rapporto, che il Ppe voleva cancellare con un emendamento (bocciato in aula con 322 sì e 342 no).
 
Sono stati inoltre approvati, nonostante l´opposizione dei popolari, i passaggi del rapporto in cui si chiede alla Commissione Ue di elaborare proposte per il riconoscimento reciproco delle unioni omosessuali tra gli stati membri che già le ammettono e al Consiglio europeo di “riaffermare il principio di uguale trattamento senza distinzione di religione o credo, disabilità, età o orientamento sessuale”.
 
“La votazione di oggi al Parlamento Europeo sui matrimoni gay e le famiglie gay – ha detto il portavoce del Gay Center, Fabrizio Marrazzo - suona come un duro monito anche nei confronti dell´Italia. La linea europea sui diritti di lesbiche, gay e trans è quanto mai chiara e inequivocabile. Non ci possono essere restrizioni. Adesso per i vari politici italiani che hanno posizioni contrarie e tengono una gran parte di cittadini italiani senza diritti sarà veramente più difficile sostenere le proprie tesi in aperto contrasto non solo con la maggioranza dei paesi europei ma anche con il parlamento di Strasburgo. Cosa hanno da rispondere adesso? Che l´Italia fa eccezione in Europa? Anche in questo campo ci attendiamo dalla politica del nostro paese una risposta europea e serie proposte di parità".
 

Torna a ARCHIVIO NEWS
 
WebMaster: Daniele Sorrentino
Facebook Twitter YouTube