NEWSLETTER  
 
ARCHIVIO NEWS


CHI SIAMO


ARCHIVIO


ATTIVITÀ


ASSOCIAZIONI


MULTIMEDIA


COLLABORA


CONTATTI




18/03/2012 da redazione
Luino: sette ragazzi pestati perché gay
 
luino
A Luino, in provincia di Varese, presso una nota discoteca cittadina nella frazione di Germignaga, sette ragazzi sono stati vittima di una gravissima aggressione omofoba da parte della security del locale. Lo ha reso noto noto l´Arcigay secondo cui i ragazzi stavano solo ballando su un cubo tra di loro quando, "identificati" come omosessuali, sono stati costretti a scendere, insultati, brutalmente pestati e infine allontanati dal locale. Su richiesta dei ragazzi sono intervenuti i carabinieri e al pronto soccorso dell´ospedale locale sono state prestate loro cure immediate e prodotti i relativi referti.
 
IN ITALIA L´OMOFOBIA E´ IN AUMENTO - "I casi di omofobia in tutta Italia sono in aumento". Lo ha sottolineato Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center. "Stando ai dati di Gay Help Line 800.713.713, il numero verde e servizio contro l´omofobia – ha aggiunto Marrazzo - negli ultimi mesi abbiamo rilevato un aumento dei contatti, circa 2mila da tutta Italia, e delle segnalazioni che riguardano in particolar modo violenza e abusi nel 38% dei casi e discriminazioni sul lavoro nel 25% delle denunce.
 
"Sempre più giovani le vittime: il 40% ha meno di 29 anni e questa e´ una fascia di eta´ in cui le persone hanno minori strumenti di tutela. Infatti - ha segnalato Fabrizio Marrazzo - solo una persona su dieci sceglie di denunciare quanto avvenuto. Dai nostri dati emerge, inoltre, che il 35% delle segnalazioni arriva dall´Italia del nord e, in particolare, il 16% dal nordovest, in aumento di 3 punti percentuali negli ultimi due anni. Diverse segnalazioni hanno riguardato proprio i locali del territorio in cui si registra un atteggiamento poco o quasi per nulla gay-friendly.
 
"Alle giovani vittime dell´aggressione di Luino – ha concluso il portavoce del Gay Center - va tutta la nostra solidarieta´ e vicinanza umana. Ci auguriamo che al piu´ presto siano individuati gli autori di questa aggressione e che il Governo dia un segnale forte contro ogni forma di omofobia".
 
 
 
 



 

Torna a ARCHIVIO NEWS
 
WebMaster: Daniele Sorrentino
Facebook Twitter YouTube