NEWSLETTER  
 
ARCHIVIO NEWS


CHI SIAMO


ARCHIVIO


ATTIVITÀ


ASSOCIAZIONI


MULTIMEDIA


COLLABORA


CONTATTI




22/11/2012 da Redazione
Profumo proclami lutto scuole dopo suicidio ragazzo romano
 
AULE PIU´ A RISCHIO DISCRIMINAZIONI E PREGIUDIZIO
 
Roma, 22 nov. (Adnkronos) - "Facciamo appello al ministro della Pubblica Istruzione Francesco Profumo perché indica una giornata di lutto nelle scuole con un minuto di silenzio. Il suicidio del giovanissimo ragazzo romano merita la partecipazione di tutto il mondo della scuola". 
 
È quanto  chiede Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center.
 
"Questo - aggiunge - potrebbe essere un modo per tutti, soprattutto per gli studenti, di partecipare ad una tragedia umana che lascia un aspetto da chiarire: il ragazzo suicida era gay e non è escluso che sia stato vittima di azioni di discriminazione e di omofobia".
 
"L´ omofobia è un male da cui la scuola non è indenne. Da un nostro recente sondaggio su 1000 giovani tra i 14 e i 18 anni risulta che la scuola è il contesto più spesso nominato con il 49% degli intervistati che dichiarano di avere subito forme di discriminazione o pregiudizio. Occorre reagire e fare azioni concrete per combattere l´ omofobia".
 

Torna a ARCHIVIO NEWS
 
WebMaster: Daniele Sorrentino
Facebook Twitter YouTube