NEWSLETTER  
 
ARCHIVIO NEWS


CHI SIAMO


ARCHIVIO


ATTIVITÀ


ASSOCIAZIONI


MULTIMEDIA


COLLABORA


CONTATTI



21/04/2011 da redazione
Insulti a Paola Concia e Ricarda Trautmann. Gay Center: i nostri amori più forti dell'omofobia
 
concia
Insulti omofobi contro la deputata del Pd, Paola Concia, e la compagna. Le due donne stavano camminando mano nella mano, quando un uomo ha iniziato ad insultarle pesantemente. "Lebiche di m.. vi dovevano mandare nei forni", ha urlato contro di loro, tra la gente che assisteva alla scena.
 
´Stavamo camminando in via di Campo Marzio – ha raccontato la deputata - quando, poco prima di arrivare in piazza del Parlamento, siamo state affrontate da un ragazzo, sui 30 anni di età. Mi ha riconosciuta, e mi ha subito insultata. Non sopportava il fatto che tenessi per mano Ricarda´.
 
Alla scena hanno assistito numerosi passanti, anche se nessuno è intervenuto in difesa della parlamentare. "Alcuni mi hanno anche rimproverata, perché avrei alzato troppo la voce", osserva esterrefatta Concia. Quando l´uomo si stava per allontanare, sono arrivati dei carabinieri, anche su sollecitazione del deputato di Fli, Antonino Lo Presti, che ha subito assistito la collega. "E´ assurdo che non si possa camminare mano nella mano - ha denunciato la deputata - E se una cosa del genere fosse accaduta in periferia, e le protagoniste fossero state due ragazze?".
 
´L´aggressione verbale subita da Paola Concia e dalla sua compagna Ricarda è un episodio molto grave che non va sottovalutato. A Paola e Ricarda – ha detto il portavoce del Gay Center Fabrizio Marrazzo - va tutta la nostra solidarietà e vicinanza. E´ incredibile venir insultati per strada solo perché ci tiene per mano con la propria compagna o il proprio compagno. A scatenare la violenza omofoba sono ancora troppo spesso gli amori delle persone lesbiche e gay che vogliono solo poter vivere serenamente la propria vita, anche di coppia. Episodi come questo sono, purtroppo, frequenti: si va dalle occhiatacce alle facce interrogative fino alla violenza, ma non ci lasceremo intimidire. Rivolgo a tutte e tutti un appello: continuiamo a tenerci per mano, i nostri amori sono più forti dell´omofobia´.
 

Torna a ARCHIVIO NEWS
 
WebMaster: Daniele Sorrentino
Facebook Twitter YouTube