NEWSLETTER  
 
ARCHIVIO NEWS


CHI SIAMO


ARCHIVIO


ATTIVITÀ


ASSOCIAZIONI


MULTIMEDIA


COLLABORA


CONTATTI



24/05/2014 da 
Gay Street: restyling è una svolta attesa da anni
 
Gay Street Roma
“L’annuncio del restyling della Gay Street di via di San Giovanni in Laterano a Roma è una decisione molto importante che finalmente dà una svolta  a un percorso che stiamo seguendo da tempo: la Gay Street è uno dei luoghi più visitati del mondo dalla comunità lesbica, gay e trans. Ora potrà diventare un luogo sempre più accogliente e contribuire allo sviluppo della Capitale. Siamo felici che questa decisione arrivi proprio nei giorni in cui la Gay Street ospita l’Expo del turismo lgbt, dal 23 al 25 maggio, la più grande fiera italiana per la promozione turistica e dell’accoglienza. Un segnale importante”.
 
Lo dichiarano in una nota Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center e Annalisa Scarnera, presidente dell’associazione Gay Street.


(OMNIROMA) Roma, 23 MAG - Nuovo look per la "Gay Street" di via San Giovanni in Laterano, a due passi dal Colosseo. Al posto delle macchine una "passerella" di 100 metri completamente pedonale con i tavolini degli esercenti, cofinanziatori del restyling. A proporlo un progetto dell´Ufficio Città storica del Dipartimento Urbanistica capitolino, approvato oggi dalla Commissione Roma Capitale e Riforme istituzionali. 210.000 euro è l´investimento complessivo, di cui 130.000 già messi a disposizione dalla commissione e 80.000 raccolti invece da una decina di esercenti dell´area, che, racconta l´architetto Luigi Caruso di Città Storica, "hanno aderito entusiasticamente all´idea". Eliminazione dei marciapiedi, ripavimentazione, bonifica del sottosuolo, nuove caditoie, nuova illuminazione e risistemazione del margine del Ludus Magnus: un programma di interventi che per Caruso"ridarà lustro all´area del Colosseo, scongiurandone il degrado". 
L´operazione, che ha avuto l´ok dalla Soprintendenza dei Beni artistici e culturali di Stato ed è seguita dal Gabinetto del sindaco, prevedeva in origine la semplice risistemazione del marciapiede dell´incrocio tra via in Laterano e piazza del Colosseo, sospesa dall´Agenzia della mobilità per rivedere la viabilità dell´area dopo l´avvio della pedonalizzazione dei Fori Imperiali la scorsa estate. Così l´idea iniziale ha subito una variante, trasformandosi in quello che potrebbe diventare un progetto pilota, con tanto di "marchio" di qualità: "Abbiamo già individuato 30 piazze disponibili - spiega Caruso - dove istituire marchi per valorizzare le aree, unificando in maniera inequivocabile i luoghi storici di Roma, in una logica dove l´occupazione di suolo pubblico diventa risorsa e non degrado".
 

Torna a ARCHIVIO NEWS
 
WebMaster: Daniele Sorrentino
Facebook Twitter YouTube