NEWSLETTER  
 
ARCHIVIO NEWS


CHI SIAMO


ARCHIVIO


ATTIVITÀ


ASSOCIAZIONI


MULTIMEDIA


COLLABORA


CONTATTI




03/11/2011 da redazione
Quando prevale la violenza politica è una sconfitta per tutti
 
paolo marchionne
"Uccidete i comunisti". E poi giù le botte. Il capogruppo del Pd del municipio IV, Paolo Marchionne, e alcuni militanti democratici sono stati aggrediti questa notte a Roma, in via dei Prati Fiscali. "Un agguato squadrista - denunciano - con tanto di mazze di legno e barre d´acciaio".
 
"Erano armati di bastoni e mazze e ci hanno picchiato. Io e altri quattro compagni siamo ricoverati in ospedale´´, ha raccontato Paolo Marchionne. ´´Eravamo in cinque, io e altri quattro ragazzi appartenenti ai Giovani Democratici del municipio e siamo stati aggrediti da una dozzina di persone mentre attaccavano manifesti contro la mafia´´, ha ricordato Marchionne. ´´Siamo stati presi a bastonate a causa della nostra appartenenza politica´´, hanno detto i militanti del Pd ai carabinieri. Due dei quattro ragazzi sono stati trasportati all´Umberto I, in codice giallo e verde. Entrambi hanno riportato escoriazioni e contusioni.
 
"Esprimiamo la nostra solidarietà – hanno affermato il portavoce del Gay Center Fabrizio Marrazzo e il presidente di Arcigay Roma Roberto Stocco - Si tratta di un gesto ignobile su cui fare chiarezza per svelare al più presto responsabilità e autori. Quando prevale la violenza sulla dialettica politica è una sconfitta per tutti. Ne siamo consapevoli anche noi, come omosessuali, verso cui spesso si manifestano atti e azioni violente”.
 

Torna a ARCHIVIO NEWS
 
WebMaster: Daniele Sorrentino
Facebook Twitter YouTube