NEWSLETTER  
 
MULTIMEDIA


CHI SIAMO


ARCHIVIO


ATTIVITÀ


ASSOCIAZIONI


MULTIMEDIA


COLLABORA


CONTATTI




31/10/2012 da redazione
Niso: la presentazione della ricerca e del toolkit per gli insegnanti
 
Quasi 3 omosessuali su 4 hanno subito forme di discriminazione durante la loro vita. A rivelarlo la ricerca condotta dalla Provincia di Roma, nell´ambito del progetto europeo ‘Niso’ contro le discriminazioni basate sull´orientamento sessuale.
 
Dati illustrati alla presenza, fra gli altri, di Maria Cecilia Guerra, sottosegretario Ministero Lavoro e Politiche Sociali, Filomena Fotia, coordinatrice del Tavolo Pari Opportunità del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e Marco De Giorgi, direttore Unar.
 
Dall´indagine risulta che il contesto più spesso nominato dagli intervistati è la scuola per il 49% di coloro che hanno subito forme di discriminazione o pregiudizio, seguita dalla famiglia (42%), dai bar e locali (33%) e dai media ed internet (30%).
 
Gli uomini gay citano più spesso la scuola come luogo di discriminazione (43% degli intervistati gay), mentre le donne lesbiche citano la famiglia (37% delle intervistate lesbiche). In generale, le persone transgender e gli uomini gay e bisessuali sembrano essere più spesso vittime di discriminazioni delle donne lesbiche e bisessuali.
 
Anche gli studenti sono abbastanza consapevoli delle difficoltà incontrate dalle persone omosessuali: il 55% degli studenti intervistati pensa che le persone gay e lesbiche siano discriminate in Italia.
 

Torna a MULTIMEDIA
 
WebMaster: Daniele Sorrentino
Facebook Twitter YouTube