NEWSLETTER  
 
MULTIMEDIA


CHI SIAMO


ARCHIVIO


ATTIVITÀ


ASSOCIAZIONI


MULTIMEDIA


COLLABORA


CONTATTI




10/12/2010 da redazione
A Testaccio la targa che ricorda Massimo Consoli
 
Roma ha riconosciuto ufficialmente la dignità culturale e politica della quarantennale battaglia del movimento di liberazione omosessuale. Lo ha fatto attraverso il ricordo del suo fondatore Massimo Consoli. Con queste parole Daniele Priori, segretario nazionale di GayLib e amico personale di Massimo Consoli ha sottolineato l’importante gesto compiuto dall’assessore alla Cultura della Capitale, Umberto Croppi intervenuto all’inaugurazione della targa in ricordo di Consoli posta in via Galvani a Testaccio, sulla casa natìa del padre del movimento gay italiano.
 

Torna a MULTIMEDIA
 
WebMaster: Daniele Sorrentino
Facebook Twitter YouTube